Pianoforte

 

 

Docente:   prof. Marco Colombaro      full bio

Docente: prof.ssa Anna Ermacora       full bio

 

 

Orario di pianoforte 2019/2020 prof. Colombaro; (accesso riservato esclusivamente agli account scolastici degli alunni specifici 2C-3C)

Orario di pianoforte 2019/2020 prof.ssa Taverna; (accesso riservato esclusivamente agli account scolastici degli alunni specifici 1C)

Il corso di Pianoforte presente all’interno della Scuola Media ad indirizzo musicale si articola con lezioni prevalentemente a carattere individuale della durata compresa tra 50 e 55 minuti ed esse prevedono un percorso calibrato sull’allievo, sulle sue competenze specifiche di partenza e sulle sue modalità di apprendimento.

Le abilità pianistiche sotto elencate vanno intese come comprensive degli aspetti dinamici, timbrici e delle varie modalità d’attacco del tasto e uso dei pedali:
· mano chiusa (dita su gradi congiunti): scale, abbellimenti, cinque note non consecutive, note ribattute, glissandi;

· mano aperta (dita su gradi disgiunti): arpeggi, passaggi per gradi disgiunti;

· bicordi e accordi: terze, seste, ottave, altri bicordi, accordi, clusters;

· salti: note singole, bicordi, ottave, accordi, clusters.

Alla fine del triennio l’alunno dovrà saper leggere a prima vista musiche tratte dai primi metodi per pianoforte e dovrà saper eseguire con consapevolezza interpretativa almeno una composizione tratta dal repertorio solistico o d’insieme per ciascuna delle seguenti aree:

– scale: maggiori e minori per moto retto e contrario;

– studi: · LONGO, “Czernyana”, fasc. 2°, 3°, 4°;

  • CZERNY, 30 Nuovi studi di facile meccanismo op. 849, 24 Studi della piccola velocità op. 636;
  • DUVERNOY, Scuola primaria op. 176, Scuola del meccanismo op. 120, Scuola preparatoria della velocità op. 276;
  • BARTOK, “Mikrokosmos” vol. II e III;
  • BERTINI, 25 Studi op. 29;
  • HELLER, 25 Studi per il ritmo e l’espressione op. 45;
  • LEBERT-STARK, Gran metodo teorico-pratico vol. 11;
  • POZZOLI, 24 Studi di facile meccanismo, 30 Studietti elementari;
  • BACH: Il Libro di Anna Magdalena, 23 pezzi facili, Piccoli Preludi e Fughette, Invenzioni a 2 voci;

– sonatine: CLEMENTI, Op. 36; KUHLAU, Sonatine e Sonate; DUSSEK, Sonatine e Sonate;
MOZART, sonatine viennesi.

– pezzo di carattere (ad esempio: R. Schumann, Album per la gioventù; S. Prokofiev, Music for children).

– variazioni (Variazioni facili di Mozart e di Beethoven, Variazioni facili di autori del ‘900, ecc.).

 

Il programma di teoria musicale è caratterizzato da elementi di semiografia e teoria musicale, educazione al senso ritmico, lettura ritmica, dettato ritmico, educazione dell’orecchio e della voce, lettura melodica, dettato melodico e dettato ritmico. La lezione è collettiva ed è divisa per classe di appartenenza e strumento musicale. Ha durata di 55 minuti.